PHILMARK

Trend di consumo degli italiani nel 2020: mercato IT in forte crescita

Trend di consumo degli italiani nel 2020: mercato IT in forte crescita

Trend di consumo degli italiani nel 2020: mercato IT in forte crescita

Trend di consumo degli italiani nel 2020: mercato IT in forte crescita

Natale è alle porte, è tempo di resoconti e in merito a questo ci sembra opportuno riportare quelli che sono stati i trend di consumo degli italiani nel 2020.

Questo è stato un anno che ha stravolto la vita di molte persone, ha cambiato le loro abitudini e imposto nuovi modi di vivere. La tecnologia è senza dubbio la protagonista indiscussa di questa nuova quotidianità, è diventata fondamentale per soddisfare i bisogni primari e l’utilizzo che gli italiani ne hanno fatto è stato rivoluzionato dalla pandemia.

A conferma di tale importanza assunta dalla tecnologia, riportiamo le parole di Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic, l’istituto specializzato nel credito al consumo, che così commenta i dati del report annuale:

“L’andamento dei consumi degli italiani nel 2020 riflette i cambiamenti radicali innescati dall’emergenza sanitaria: l’esplosione dello smart working e della didattica digitale hanno fatto sì che l’acquisto di prodotti IT raggiungesse un progressivo incremento nel corso del 2020, risultando uno dei pochi comparti a trarre beneficio dalla crisi sanitaria da Covid-19”.

Oltre alla nostra amata tecnologia, scopriamo nel dettaglio tutte le altre tendenze di acquisto degli italiani in questo 2020.

Beni durevoli

I dati relativi ai cosiddetti beni durevoli ovvero i veicoli, i beni per la casa e la tecnologia consumer esaminati da Findomestic, stimano in media d’anno un calo dell’11,4% della spesa. Si interrompe così la dinamica positiva che durava da sei anni consecutivi.

Vediamo nel dettaglio i dati di ogni settore e scopriamo le nuove tendenze di acquisto degli italiani.

Veicoli: auto nuove, auto usate, auto ad alimentazione alternativa e motocicli

All’interno del mercato dei beni durevoli quello della mobilità è il settore che ha subito maggiori penalizzazioni (-15,7%). Il calo più intenso è stato registrato relativamente al mercato delle auto nuove, con una flessione in Italia superiore al 30% nonostante gli ecoincentivi. Più contenuto, invece, il calo del mercato delle auto usate -13% in valore annuo, e dei motocicli (-8,3%), settore che ha mostrato una tenuta migliore. Il comparto auto ad alimentazione alternativa (ibride, elettriche, Gpl e metano) è l’unico in territorio positivo (+8,9%) nell’immatricolato, anche se registra un calo del -30,7% rispetto al 2019. Scelte spinte certamente dalla necessità di ricorrere al mezzo privato per gli spostamenti in sicurezza in ambito urbano e dalle limitazioni dei servizi del trasporto pubblico.

Beni per la casa: mobili, elettrodomestici grandi e piccoli, elettronica di consumo

Per quanto riguarda il mercato dei beni per la casa, il valore del calo registrato è stimato al -5,6%, con un’interessante differenza tra i diversi compartimenti di consumo: “Il lifestyle si orienta su funzionalità, sicurezza e comfort degli ambienti domestici. Lo spiegano chiaramente due dati: il +30% dei congelatori e il +37% dei wine cabinet”, commenta Bardazzi.

Le spese delle famiglie sono state fortemente condizionate dalla crisi sanitaria per quanto riguarda la domanda di mobili, soprattutto negli importi medi elevati come i mobili per la cucina, registrando una frenata del 10,6% nella spesa d’acquisto.

Duro colpo anche per la ripresa della domanda di grandi elettrodomestici; il mercato sconta il forte calo delle vendite dei prodotti di maggiore importo e legati al rinnovo dell’ambiente cucina. È il segmento del freddo quello con la migliore tenuta, che ha visto il del balzo delle vendite di prodotti di nicchia: congelatori (+30%) e wine cabinets (+37%).

In controtendenza rispetto al complesso dei consumi, il mercato degli elettrodomestici piccoli chiude il 2020 con una crescita del fatturato molto positiva e in accelerazione rispetto al 2019. Tutti i segmenti del mercato mostrano un trend positivo del fatturato, con il contributo rilevante degli elettrodomestici dedicati alla “cura della persona” (+60,6%) e alla “preparazione del cibo” (28,2%), con un’attenzione particolare ai numeri dei termometri digitali in crescita del 345%. Questi segmenti hanno tratto beneficio dalle nuove dinamiche di vita decisamente più casalinghe e dalle necessità sanitarie scaturite dal COVID-19.

L’elettronica di consumo limita i danni e chiude l’anno in calo del 3,1%. Televisori in flessione (-2,8%) mentre gli altoparlanti sono in crescita (+3,6%), viste le nuove esigenze di lavoro e studio. L’interesse per i droni si è confermato anche quest’anno con il +54%, anche se rimane una nicchia di mercato.

Smartphone

Calo nel mercato degli smartphone (-7%) per il secondo anno di seguito, nonostante la crescita delle vendite on line (+59,1%). A proseguire, invece, la crescita dei prodotti di nicchia: le cuffie hanno registrato una crescita importante +47,7%.

Information Technology

Il mercato IT delle famiglie, sostenuto dalle nuove esigenze di lavoro e didattica in casa, archivierà il 2020 con una dinamica in forte crescita (+23,5%), in controtendenza con il complesso dei consumi. Rilevanti gli incrementi di tutto il comparto hardware e delle periferiche, dai pc portatili (+53%) e fissi (+7,1%) ai tablet (+20,7% in ripresa rispetto agli ultimi anni), dai monitors (+44,5%) alle web cams (55%). Da segnalare, infine, la crescita in positivo dei device per il gaming (+17,5%).

E-commerce

L’acquisto di tutti questi beni è avvenuto principalmente tramite e-commerce: quest’anno si è registrato un incremento delle vendite tramite canale on line del 46%, mentre i canali tradizionali sperimentano una riduzione del fatturato (-8%).
Le vendite on line risultano in forte crescita in tutti i settori: in particolare nella telefonia (+61,9%) con il rilevante contributo degli auricolari, nei piccoli elettrodomestici (+53,9%) e nell’It (+53%). Oggi, infatti, la situazione è capovolta rispetto al 2019, con oltre la metà degli italiani (56%) che sceglie di comprare online piuttosto che in negozio (44%).

Ecco svelati i trend di consumo degli italiani nel 2020: dai dati viene confermato l’importante ruolo che la digitalizzazione ha assunto in questo periodo di pandemia. Secondo le previsioni, queste tendenze caratterizzeranno anche il 2021.

Noi di Philmark Group auspichiamo che continui questa crescita nell’utilizzo della tecnologia e in attesa di scoprire cosa ci riserverà il nuovo anno, auguriamo ai nostri lettori Buone Feste! 

“C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti”

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp