DIGITAL
TRANSFORMATION

DIGITAL TRANSFORMATION

Questa nuova sezione del catalogo comprende corsi tecnici e non per gestire al meglio l’utilizzo delle tecnologie digitali, al fine di rinnovare i processi interni partendo dall’area IT fino a toccare qualsiasi settore aziendale.

Con l’avvento della digitalizzazione le aziende hanno necessità di studiare, sviluppare e sperimentare le opportunità che derivano da questa trasformazione a partire dai processi aziendali, agli approcci al business fino ad arrivare ai progetti.

Le attività proposte supporteranno le aziende nell’accelerare la trasformazione digitale con dinamiche di apprendimento di tipo “ learning by doing”, con dei corsi tecnici per approfondire e aggiornare le conoscenze nel proprio ambito di riferimento.

Scopri nel dettaglio i programmi dei corsi.

DT01 La Trasformazione digitale in azienda

Nell’era della Digital Transformation tutte le aziende sono proiettate verso un percorso di innovazione e sviluppo. Hanno necessità di adattarsi ad una nuova economia ed evolvere in un ambiente in continuo cambiamento.

Descrizione: questo corso tratta di tendenze e tecnologie digitali, dell’impatto della Digital Transformation  sulle aziende, su come individuare e sviluppare le nuove competenze digitali al fine di identificare i fattori chiave  di successo in un progetto di Digital Transformation.

Obiettivi:  

– Comprendere le sfide della trasformazione digitale in azienda
– Acquisire una panoramica della trasformazione digitale e relative competenze chiave
– Ripensare il proprio modello di business in chiave digitale

Destinatari: responsabili strategici, Manager e qualsiasi persona responsabile della trasformazione digitale.

Struttura e contenuto:
– Identificare il contesto, i principali attori interni e esterni della trasformazione digitale
– Analizzare le tendenze di un’economia che cambia
– Il ruolo delle tecnologie digitali
– Individuare e sviluppare nuove competenze digitali
– Identificare e sviluppare le competenze digitali dei dipendenti e dell’organizzazione
– L’uso dei social media, strumenti di collaborazione, social network aziendali.
– Sviluppare e implementare una strategia digitale
– Le strategie di trasformazione digitale
– Individuare il livello dell’organizzazione dell’azienda rispetto agli strumenti di trasformazione digitali
– Ripensare il proprio modello di business nell’era digitale
– Approcci Disruptive: mobile, lean startup, Groth hacking
– Identificare i fattori chiave di successo in un progetto di trasformazione digitale
– Snellire i processi di lavoro e accelerare il processo decisionale
– Stabilire un sistema di governance digitale
– Digitalizzare la mentalità della società

Durata: 2 giorni

DT02 Agile per Digital Transformation

Gli aspetti fondamentali di Agile per l’Innovazione e la Digital Trasformation.

Descrizione: le esigenze sempre crescenti di cambiamento e flessibilità spingono le organizzazioni a ricercare e adottare nuove metodologie e tecniche, ma soprattutto a modificare il proprio mind set per garantirsi un Early ROI e clienti soddisfatti.

Acquisire nozioni e tecniche agili consente di migliorare le performance del progetto e del team e può fare la differenza nel garantire il successo del progetto, sia per il cliente che per il fornitore.

Molte tecniche, pur nate in ambiente agile, possono essere applicate anche in contesti più tradizionali.

Obiettivi: sapere quali basi/principi agili vanno applicati per supportare la Digital Trasformation e supportare adeguatamente i progetti di innovazione, in particolare per garantire un ROI anticipato ed arrivare prima della concorrenza sul mercato. Illustrare le metodologie di gestione Agile applicabili a progetti di qualsiasi settore industriale, non solo di sviluppo software.

Struttura e contenuto:


– Che cosa significa Digital Transformation”

– Quali sono le vere priorità delle aziende italiane

– Introduzione ai valori e principi Agili a supporto del Business

– Come acquisire nuove tecniche di commercializzazione di prodotti/servizi per riuscire a soddisfare le attuali e reali necessità degli utenti

– Come anticipare il ROI

– Come garantire la consegna alla scadenza (Delivery on time)

– Tecnica del Timebox

– Tecnica Moscow

Durata: 2 giorni

DT03 Scrum product development

Il contesto internazionale rende evidente che le metodologie Lean Agile possono portare notevoli benefici alle aziende nella creazione e gestione di prodotti innovativi sia a livello di singola area sia a livello globale/enterprise.

Descrizione: Scrum è il metodo Agile per eccellenza per lo sviluppo e la sostenibilità di prodotti complessi sia IT che non. Il corso Scrum Product Development ha lo scopo di far conoscere e approfondire ruoli e pratiche principali che caratterizzano questo framework.

Obiettivi: l’obiettivo di questo corso è quello di riuscire a lavorare con il Framework Scrum e conoscere e interpretarne i ruoli. Condurre correttamente un meeting, gestire e sviluppare un backlog e una roadmap di implementazione, rimuovere gli impedimenti e promuovere il cambiamento.

Destinatari: team leader, responsabili di sviluppo, middle manager, sviluppatori, creative worker, product manager, operation manager, responsabili di piattaforma.

Prerequisiti: conoscenze relative alle tecnologie mobile e fondamenti del linguaggio Java.

Struttura e contenuto:

– Agile Manifesto: principi e fondamenti
– Introduzione ai valori Scrum
– Scrum Cycle: eventi ruoli e responsabilità
– Gli artefatti: product Backlog, Sprint Backlog, Product Increment, Burndown Chart
– Come creare la vision di un prodotto
– Agile requirements e user stories
– La gestione del product Backlog
– Customer e stakeholder management
– Agile estimating
– User StoryMapping
– Il ruolo dello Scrum Master: dal Care- Taker al Coach
– Strumenti per stimolare l’auto-organizzazione nel team
– La Retrospettiva: caratteristiche e strumenti per facilitarla
– Il coaching 1 to 1
– Il tool di visual management
– Elementi e strumenti di change management
– Valori e principi dell’Extreme Porgramming
– Extreme Programming e Scrum
– Le dodici pratiche alla base di XP
– Lavorare in team: Collaborazione e Cooperazione
– Il team e il cliente

Durata: 3 giorni

DT04 Lean Startup eXPerience

Con il metodo Lean Startup aumenterà l’efficienza di un processo produttivo riducendo o eliminando qualsiasi tipo di spreco.

Descrizione: il corso Lean Startup eXPerience ha lo scopo di dimostrare la validità del metodo Lean Startup (e I suoi sviluppi successivi) sostenendo le aziende ad individuare la strada giusta  verso un business sostenibile, riducendo drasticamente tempi e costi, e, di conseguenza, la possibilità di fallire. Questo approccio crea diversi benefici: innovazione, meno spese e perdite di tempo e una maggior probabilità di successo.

Obiettivi: al termine del corso i partecipanti sapranno analizzare un problema e comprendere una necessità, costruire un team efficace e adatto al contesto, validare un’idea e trasformarla in una soluzione, identificare e definire un potenziale target di clienti, fare un intervista esaustiva ai clienti e utilizzare i principi della prototipazione veloce.

Destinatari: responsabili di sviluppo, PM, CEO, product manager, imprenditori, innovatori, startupper.

Struttura e contenuto: il corso sarà svolto con esercizi in piccoli team alternando ogni tanto alcune spiegazioni per dare inoltre una base teorica. Sarà un percorso totalmente esperienziale partendo dall’approfondimento di un problema fino alla validazione di una soluzione.

– Lean Startup: Principi e Fondamenti
– Principi e pratiche di team forming
– Envisioning di un prodotto o un servizio
– Pitch Startup
– Lean Canvas
– Customer Development e Personas
– Intervistare i propri customer
– Validation board
– Minimum Viable Product
– Pivot or Persevere
– Fast Prototyping
– I principi del pensiero Lean

Durata: 2 giorni

DT05 Calcolo delle stime con i Lego®

Gli aspetti fondamentali delle tecniche di stima con particolare attenzione alle tecniche di stima collaborativa apprese grazie ad un corso pratico che utilizza i Lego®

Descrizione: le esigenze attuali del mercato richiedono di avere stime più affidabili. E’ importante comprendere quali sono le criticità che bisogna affrontare quando si fanno le stime e come mitigare i rischi che ne derivano.

Obiettivi: illustrare come fare le stime e aumentarne l’affidabilità. Consente a coloro che fanno le stime a non cadere in errori ricorrenti. Apprendere le tecniche di stima collaborativa utilissime per i progetti innovativi e per chi opera in contesti agili. Evitare gli errori ricorrenti. Apprendere le tecniche di stima collaborativa. Organizzare una sessione di stima con il Planning Poker.

Struttura e contenuto:

– Introduzione alle stime

– Tipi si stime e loro accuratezza

– Validità delle stime (il cono di incertezza di Barry)

– Quando fare la stima (nei progetti tradizionali e in quelli agili)

– Stime collaborative

– Consigli per le stime

– Tecnica del Planning Poker

– Analisi dei risultati di una tecnica di stima collaborativa

Durata: 1 giorni

DT06 Industry 4.0

Industry 4.0, indica un periodo storico di profonda trasformazione. L’introduzione delle nuove tecnologie nei sistemi produttivi in concomitanza a grossi cambiamenti nel campo dell’elettronica, l’avvento delle macchine intelligenti, i big data e lo sviluppo delle infrastrutture, consentiranno una gestione più reattiva ed intelligente dei sistemi produttivi.

Descrizione: il corso offre una panoramica generale sul mondo dell’Industri 4.0 e spiega come gestire al meglio le possibilità di utilizzo delle tecnologie digitali per migliorare i processi di un’organizzazione, diventare immediatamente competitivi ed estrarre valore dall’Iot e dalle tecnologie dell’industry 4.0

Obiettivi: fornire le conoscenze e le tecnologie più efficaci per diventare esperti nell’introduzione, produzione, sviluppo, utilizzo e creazione di valore che deriva dalla rivoluzione Industry 4.0.

Destinatari: digital manager, manager innovation, digital strategist, digital media specialist e tutti coloro interessati alla rivoluzione industriale.

Struttura e contenuto:

– Cosa si Intende per Industry 4.0?
– Smart production
– Smart services
– Smart energy
– Sviluppo di Internet
– I Big Data;
– Cosa sono i Big Data
– Come Vengono Utilizzati?
– Caratteristiche dei B.D. – Le 5 “V”
– I Modelli di Analytics:
– Descriptive Analytics
– Predictive Analytics
– Prescriptive Analytics
– Automated Analytics
– Tool per i Big Data
– Cloud Computing
– Evoluzione dal Web 1.0 al Web 2.0
– Information Communication & Digital Technology
– Internet of Things
– Che cos’è il Cloud Computing?
– Differenza tra Cloud Computing e Grid Computing
– Infrastrutture IaaS
– Piattaforme PaaS
– Software SaaS
– Soluzioni Cloud Computing per le Aziende e PA
– Case History

Durata: 2 giorni

DT07 Pec e dematerializzazione documenti

L’impulso per la modernizzazione viene dato attraverso nuove applicazioni tecnologiche, un quadro normativo coerente, un’organizzazione dedicata, un metodo condiviso e una cultura diffusa dell’e-government che consente oggi di realizzare quegli ingenti benefici, in termini di risparmio e di efficacia, che il passaggio del documento amministrativo dalla carta al bit ha sempre prospettato.

Descrizione: il corso tratta argomenti sul codice di amministrazione digitale e sul tema della dematerializzazione che assume particolare rilevanza e attualità. Con l’entrata in vigore del Codice dell’Amministrazione digitale viene data attuazione, ricorrendo alle più avanzate tecnologie informatiche, ai meccanismi deputati a realizzare in concreto la tanto auspicata “scomparsa della carta”.

Obiettivi: al termine del corso i partecipanti conosceranno la struttura e le caratteristiche del documento informatico e le differenze di gestione rispetto al documento analogico, nonché il nuovo quadro normativo vigente e gli strumenti di innovazione tecnologica da questo introdotti.

Destinatari: responsabili amministrativi, responsabili area fiscale, responsabili di sistemi informativi e tutti coloro interessati all’argomento.

Struttura e contenuto:

Codice dell’Amministrazione Digitale

– IL CAD;

– Nascita di Internet;

– Sviluppo del WEB;

– La Rivoluzione Digitale – Web 1.0 vs 2.0;

– La Privacy

– La Sicurezza dei dati nella Rete;

– Disaster Recovery;

– Gli Strumenti della Dematerializzazione procedura di scarto protocollo e PEC;

– Digitalizzazione e Archiviazione documentale;

– Firma elettronica;

– La Posta elettronica;

– La Pec;

Durata: 2 giorni

DT08 Internet of Things (IoT)

Corso sull’estensione della rete Internet al mondo degli oggetti.

Descrizione: con il termine Internet of Things si intende l’estensione della rete Internet al mondo “reale”, in cui applicazioni, dispositivi hardware e persone si scambiano reciprocamente dati e informazioni.

Oggi esistono già molti dispositivi e applicazioni pratiche di IoT. L’implementazione di nuove soluzioni, in particolare all’interno di un’organizzazione aziendale, coinvolge diverse tipologie di conoscenze e competenze che riguardano i dispositivi hardware, le tecnologie di rete Internet e la raccolta ed elaborazione dei dati.

Obiettivi: descrivere Internet of Things in termini di funzionalità, architetture, protocolli, tecnologie, piattaforme, normative vigenti, illustrando con esempi e case study lo stato dell’arte di IoT e le opportunità di business ad esso correlate.

Destinatari: architetti e progettisti software, analisti, sviluppatori web.

Prerequisiti: conoscenze base di IT.

Struttura e contenuto:

– Introduzione all’Internet of Things
– Architettura di IoT
– Data provider
– Memorizzazione ed elaborazione delle informazioni
– Connettere gli oggetti
– Hardware nelle soluzioni IoT
– Comunicazione Machine to Machine
– Raccolta, fruizione e analisi dei dati
– Integrazione con i sistemi aziendali
– Sicurezza e privacy

Durata: 2 giorni

DT09 Cyber security IoT e Industry 4.0

Nell’Industry 4.0 l’infrastruttura IoT /M2M rischia di essere carente in sicurezza, per mancanza di conoscenza da parte degli utilizzatori.

Descrizione: i dispositivi IoT, in quanto dotati di un sistema operativo e connessi in rete sono soggetti alle stesse problematiche e vulnerabilità di un computer, con l’aggravante che – essendo dispositivi in genere più semplici – sono ancora meno protetti e quindi più attaccabili. Questa connettività potrebbe consentire agli “aggressori” di utilizzare un dispositivo IoT compromesso per bypassare le impostazioni di sicurezza della rete e lanciare attacchi contro altre apparecchiature di rete come se fosse “dall’interno”. Il corso illustra i rischi derivanti dall’utilizzo non protetto dei dispositivi Iot, come evitare attacchi cyber attraverso il giusto utilizzo delle password e degli strumenti di protezione messi a disposizione.

Obiettivi: al termine del corso i partecipanti avranno un quadro chiaro sui rischi derivanti dagli attacchi cyber ai dispositivi Iot e gli saranno fornite le giuste nozioni e tecniche per evitare danni a dati sensibili aziendali.

Destinatari: chiunque utilizzi dispositivi Iot per esigenze aziendali.

Struttura e contenuto:
– Industry 4.0, la Smart Factory e l’Internet of Things (IoT)
– I sistemi operativi nell’ IoT.
– Collegare le reti di processo all’apparato informatico dell’azienda
– Utilizzare connessioni sicure VPN
– Un impianto disconnesso da qualsiasi rete è più sicuro?
– Dopo Stuxnet (attacco alle centrali nucleari iraniane nel 2010), lo SCADA è diventato uno dei target primari degli Hackers.
– La segmentazione delle reti ed il Principio del minimo privilegio (POLP).
– La separazione tra la rete wireless e quella cablata e tra l’accesso ‘da ospite’ e quello aziendale standard.
– I tipi e le modalità di attacco hacker.
– Gli attacchi dall’esterno e quelli dall’interno (gli “insider”).
– Attacchi DDoS, phishing, spear phishing, social engineering.
– Le conseguenze di un attacco: blocco produttivo e/o perdita di produzione;  danni  a persone e a cose; perdita e/o furto di dati sensibili; danno reputazionale.
– Le protezioni con Firewall.
– L’uso del Cloud, come strumento di protezione e di salvataggio dei dati.
– I sistemi di accesso ed autenticazione: l’importanza delle Password.
– Costruire e conservare le password.
– L’importanza del “fattore H” (human factor): la formazione del personale.

 

Durata: 2 giorni

DT10 Cloud computing

Corso sulle tecnologie e piattaforme per progettazione, sviluppo e porting di applicazioni e servizi cloud.

 

Descrizione: lo sviluppo e il porting di applicazioni su tecnologie e piattaforme di cloud computing, è sempre più diffuso perché oltre a garantire elevate prestazioni e grande affidabilità nel settore dei servizi, (IaaS, PaaS, SaaS) offre un notevole risparmio economico dovuto all’abbattimento dei costi di gestione delle infrastrutture e delle licenze software.

Il corso descrive le caratteristiche della tecnologia cloud, le architetture e gli strumenti per la progettazione di una nuova applicazione (o servizio) e il porting di una preesistente.

Obiettivi: progettare e realizzare applicazioni e servizi distribuiti in ambiente cloud.

Destinatari: project manager, amministratori di sistema, analisti e sviluppatori software.

Prerequisiti: conoscenze base sulla progettazione di applicazioni e servizi web.

Struttura e contenuto:

– Introduzione al Cloud Computing
– Principali servizi del Cloud (IaaS, PaaS, SaaS)
– Sicurezza e privacy
– Principali piattaforme commerciali
– Progettazione e porting di applicazioni e servizi

Durata: 2 giorni

DT11 Big data e data science

Fondamenti dei Big Data e Big Data Analytics, delle tecnologie attualmente best-in-class per l’implementazione di un progetto ad essi relativo e delle tecniche statistiche applicate all’analisi dei Big Data.

Descrizione: in questo corso verranno toccati gli aspetti gestionali ed organizzativi di un progetto Big Data,  attraverso la descrizione e presentazione delle principali applicazioni dei Big Data Analytics in ambito manageriale, spiegando i vantaggi che questi strumenti possono apportare in un contesto aziendale, a partire da una gestione più efficiente delle attività.

Obiettivi: fornire ai partecipanti la conoscenza dei fondamenti dei Big Data e Big Data Analytics, come utilizzare al meglio gli strumenti di applicazione dei Big Data e l’utilizzo di modelli e tecniche di Big Data Analytics in ambito aziendale.

Destinatari: i professionisti di Business Analysis interessati ad approfondire le tematiche e le opportunità fornite dall’ecosistema Big Data.

Struttura e contenuto:
– Paradigma dei Big Data
– Casi di applicazione dei Big Data
– Data Mining
– Regressione lineare e regressione logistica
– Cluster analysis e Decision Tree
– Serie storiche
– Machine Learning e Social Network Analysis
– Predictive analytics vs Prescriptive Analytics
– Utilizzo delle predictive analytics a supporto di problemi di business
– Big Data Landscape
– Introduzione alla piattaforma Apache Hadoop
– Panoramica delle componenti
– Fondamenti di HDFS e MapReduce
– Panoramica delle appliance dei principali vendor
– Database noSQL
– Classificazione
– Panoramica dei principali DB NoSQL
– DATA SCIENCE
– Il ruolo del data scientist
– Modelli e tecniche statistiche applicate ai Big Data
– Data Mining
– Regressione lineare e regressione logistica
– Cluster analysis e Decision Tree
– Serie storiche
– Machine Learning e Social Network Analysis
– Predictive analytics vs Prescriptive Analytics
– Utilizzo delle predictive analytics a supporto di problemi di business

 

Durata: 3 giorni

DT12 Business intelligence

Per Business Intelligence si intende quell’insieme di processi, tecniche e strumenti per l’analisi dei dati interni ed esterni alle aziende, per ricavarne informazioni utili al fine di migliorare, ottimizzare e di estendere la conoscenza su processi di business aziendale.

Descrizione: nel corso verranno descritte la varie tecnologie per comprendere i diversi modelli di Business Intelligence e per scegliere le soluzioni migliori rispetto alle necessità e agli obiettivi della propria azienda.

Obiettivi: questo corso fornirà ai partecipanti una descrizione di processi, infrastrutture, tecniche e strumenti di Business Intelligence; un’ analisi delle caratteristiche e dei costi-benefici delle diverse soluzioni presenti sul mercato;come creare, gestire e modificare le connessioni ai dati esterni.

Destinatari: business analyst e team leader.

Prerequisiti: conoscenza mondo Data Warehouse.

Struttura e contenuto:

– Introduzione alla Business Intelligence
– Principi, tecniche e strumenti della BI.
– Confronto tra le soluzioni Saas-Cloud, Client-Server, Web based
– Confronto tra le soluzioni Corporate e Self-Service BI
– Microsoft BI Stack
– Fasi di un processo di BI in breve
– Preparazione dei dati
– Ciclo ETL
– Creare, modificare e gestire le connessioni ai dati esterni
– Importazione della “Staging area” e costruzione di Data Warehouse e Data Marts in ambiente Excel.
– Elaborazione dei dati
– Costruzione di un Dashboard.
– Presentazione dei risultati
– Distribuzione dei risultati via Web
Durata: 2 giorni

DT13 Machine learning

Machine Learning è “la scienza che consente alle macchine di apprendere senza essere esplicitamente programmate”. Con il Machine learning è consentita l’analisi di grandi quantità di dati in tempi rapidi mediante un cluster di server. 

Descrizione: il corso introdurrà i concetti e le tecniche principali di Machine Learning utilizzando un approccio molto pratico basato su esempi di casi d’uso reali facilmente riproducibili.

Prerequisiti: la conoscenza della programmazione e delle architetture distribuite.

Destinatari: PM, sviluppatori

Obiettivi: alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di individuare gli algoritmi di Machine Learning adatti ad implementare le funzionalità di analisi predittiva più comunemente utilizzate nelle moderne piattaforme cloud e identificare le metodologie e gli strumenti più adatti per la creazione di un prototipo completamente funzionante.

Struttura e contenuto:

– Introduzione all’intelligenza artificiale
– Machine Learning and Data Science
– Che tipo di problemi può risolvere il Machine Learning?
– Panoramica dei casi di utilizzo pratico per il Machine Learning
– Flusso di lavoro tipico ML: introduzione di CRISP-DM standard
– Definizione dei dati e del problema
– Raccolta dati
– Pre-elaborazione dei dati
– Apprendimento supervisionato e non supervisionato
– Classificazione
– Eseguire il tuo primo classificatore usando WEKA
– Regressione
– Clustering
– Filtraggio collaborativo
– MBA
– Introduzione alle reti neurali e all’apprendimento profondo
– Metriche di errore di valutazione e predizione
– Esportazione di modelli da utilizzare nella produzione: persistenza personalizzata vs PMML
– Distribuzione in scala con Hadoop e Spark

Durata: 3 giorni

DT14 Nuovi sviluppi e trend delle piattaforme mobile e tecnologie per lo sviluppo di applicazioni

Panoramica delle principali piattaforme (Android, iOS, WinPhone), metodologie e tecniche di sviluppo e porting di applicazioni per dispositivi mobile.

Descrizione: l’elevata potenza di elaborazione degli odierni dispositivi mobile e la sempre maggior copertura della rete a larga banda spingono le aziende produttrici di software a sviluppare le nuove applicazioni per il web, (o di eseguire il porting di quelle esistenti) in versione multipiattaforma, in modo da consentirne una corretta fruizione anche da parte degli utenti mobile.

Nel corso vengono affrontati le principali fasi dello sviluppo di applicazioni mobile, dalla raccolta dei requisiti fino ai test finali, illustrando le tecniche per evitare errori in fase di progettazione e sviluppo.

Obiettivi: illustrare le differenze fra applicazioni software tradizionali e mobile, introducendo le principali architetture e tecnologie utilizzate nello sviluppo per dispositivi mobili.

Destinatari: IT manager, analisti e sviluppatori software.

Prerequisiti: conoscenze base di IT, sviluppo software in Java e C.

Struttura e contenuto:
– Introduzione allo sviluppo software in ambiente mobile
– Principali piattaforme a confronto
– Progettazione, sviluppo e test di applicazioni mobile
– Sicurezza nelle applicazioni mobile
– Distribuzione delle applicazioni
– Google Android (Android SDK), Apple iOS (iPhone SDK), Windows Phone (Windows Phone Developer Tools)
– Esempi e case study

Durata: 2 giorni

hai domande?

richiedi maggiori informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

CONTATTACI



DOVE SIAMO

(+39) 06 83608417

(+39) 06 83608418

info@philmark.it

Viale Trastevere, 203 – 00153 Roma

Via Copernico, 38 – 20125 Milano

CONTATTACI

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

DOVE SIAMO

(+39) 06 83608417

(+39) 06 83608418

info@philmark.it

Viale Trastevere, 203 – 00153 Roma

Via Copernico, 38 – 20125 Milano